LCU2016.br

Lo sanno bene i 250 alunni delle scuole che hanno aderito al progetto rugby scolastico e che hanno partecipato alla giornata conclusiva "Puliti. Atleti di oggi e cittadini di domani": il rispetto inizia in campo e prosegue fuori. Ed estendendo il concetto, il rispetto per l'Ambiente è il primo passo.

Nei giorni scorsi, al campo da Rugby dell'Union Rugby Cagliari di Terramaini, si sono riversate 8 scuole e 13 classi. I ragazzi elettrizzati dalla possibilità di giocare in un vero campo da Rugby hanno partecipato ai laboratori attivati per l'occasione. Occasioni di gioco vero sul campo affiancate ai laboratori di educazione ambientale che hanno mostrato le potenzialità dell'energia solare per la cucina e l'adesione al programma "Un milione di alberi" promosso dalla Regione Sardegna.

"Con il nostro progetto formativo di rugby - dice il presidente Francesco Primavera- abbiamo dato il nostro contributo all'ambiente, riducendo il bilancio di CO2 con la messa a dimora delle piantine dell'Ente Foreste e contribuendo alla conoscenza dei piccoli rugbisti di oggi e cittadini di domani".

"Siamo sicuri che il Rugby - continua Francesco Primavera - possa recitare un ruolo importante in Cagliari Città Europea dello Sport 2017: la crescita del movimento a livello metropolitano e la Tappa Nazionale di Beach Rugby da noi organizzata, mettono noi e la FIR nel ruolo di protagonisti dello sport cagliaritano di domani"

Soddisfatti anche gli enti che hanno concesso il patrocinio e hanno partecipato alla buona riuscita dell'iniziativa: Comune di Cagliari, CONI, FIR Federazione Italiana Rugby, CTM, Provincia di Cagliari ed Ente Foreste. Le scuole che hanno partecipato sono: Istituto Comprensivo Monserrato, Collegio delle Missioni Cagliari, Quarto Istituto Quartu Sant'elena, Istituto Comprensivo Selargius, Convitto Nazionale Cagliari.